Archivi tag: stavo pensando…

Tanto per farvi sapere che ci sono ancora. :)

Standard

Sono stato un pò latitante ultimamente. Scusatemi. Ma non ho avuto del tempo per sedermi e scrivere. Cioè mettere insieme delle parole e creare qualcosa di comprensibile.

Dall’ultima volta che ho scritto, non è cambiato poi molto: mi sono laureato e adesso sono in cerca di occupazione (perchè il “lavoro” di una volta non c’è). Ah! ho dato la festa per la mia laurea! Ho atteso il ritorno della mia amata sorellina 🙂 e ho festeggiato con tanti amici. E parenti (qb).

Per il resto: ho affrontato il mio primo colloquio “serio”, ma pare non sia andata molto bene. Capita. Ne ho già altri in previsione e… speriamo bene. Sto spaziando da una categoria all’altra del mondo del lavoro, con una strategia molto semplice: il primo lavoro che trovo, me lo tengo. Credo di non ragionare nella maniera sbagliata. Ho anch’io delle aspirazioni (chiamamoli pure sogni) ma per adesso vorrei solo trovare un lavoro dignitoso, se possibile stabile (ma su questo nutro ben poche speranze lo ammetto) e che mi permetta di uscire da casa e vivere la mia vita. Avevo pure pensato di lasciare l’Italia per (che ne so?) l’Inghilterra, cercarmi un lavoretto e mantenermi gli studi. Forse sbagliando ho deciso di rinviare tutto questo al prossimo anno (Maya permettendo ;)). Vorrei, prima di abbandonare il mio paese, vedere se questo mi vuole. Se entro un anno vedo che non è così… ripenserò alla possibilità di “respirare aria nuova”.

Sbaglio? Non lo so. Per adesso ho scelto così. E’ un periodo di così poche certezze nel mondo… come posso pretendere di averle in me?

Concludo questo mio post augurandovi buone feste, spero possiate condividere questi giorni di festa con le persone che amate di più e spero per voi che questi giorni felici possano durare anche quando Natale sarà passato.

Buon Natale

F.

Annunci

Un nuovo modo di pensare

Standard

Mi piace parecchio l’ultimo spot della Melinda.

Dal punto di vista commerciale è una furbata, rivendere le mele rese “imperfette” dalla grandine ad un prezzo minore, rispetto a quelle più belle visivamente, ma (come dice lo spot) uguali nel gusto e nella qualità. Tutto questo per scongiurare tutta la perdita di guadagno che questa calamità atmosferica avrebbe sicuramente provocato.

Lo trovo poi uno spot “originale”, nel senso che non si era mai visto prima. Nessuno aveva infatti mai mostrato in pubblicità qualcosa che non fosse assolutamente perfetta e attraente.

Insomma, il brutto e l’imperfetto trovano finalmente posto anche in pubblicità, il regno dell’esattamente-opposto.

Mi piace anche perchè manda, non so quanto volontariamente, un bel messaggio a tutti i produttori agricoli. Non gettare il frutto solo perchè è imperfetto. La qualità e il gusto rimangono intatti anche se l’aspetto esteriore sembrerebbe dire il contrario. Quindi, perchè mandare al macero quintali di prodotto solo perchè “macchiato” o “esteticamente non idoneo”?

Spero che un modo di pensare come questo diventi la regola e non l’eccezione.

Domani

Stato

Volevo condividere questa mia gioia con voi fedeli “seguaci”  ; ) del mio blog.

Domani concludo un percorso di vita per iniziarne subito un altro che spero sarà pieno di soddisfazioni per me.

Domani mi laureo. 🙂

Ho deciso di dirlo a voi (sapete a chi mi riferisco ;)) perchè in questi mesi siete stati per me una scoperta sempre nuova.

Con voi ho condiviso i momenti belli e quelli brutti, le speranze e le delusioni, alti e bassi della mia vita.

Vi considero, e so di non esagerare, una parte di me, un gruppo di amici che il tempo e le distanze non allontanerà.

Perciò domani insieme a me, ci sarete anche voi. promesso. 🙂

Vi abbraccio tutti fortissimo.

F.

 

Come un fiume in piena

Stato

Oggi, 23 novembre 2011 apprendo della notizia di 4 morti nel messinese a causa della tremenda alluvione di ieri. Il mio pensiero incazzato va a la gente della mia terra che da anni chiede, nel disinteresse più totale delle istituzioni, solo quello che le spetta: di non vivere nel terrore ogni qual volta una goccia di pioggia inizia a bagnare il loro viso. Il Neo ministro all’Ambiente Clini già parla di “avviare subito un piano nazionale integrato per la difesa del suolo”. Signor Ministro, sono parole che i siciliani e gli italiani tutti sentono da anni e anni, ma a queste parole poche vere “azioni” sono seguite. Spero che lei mi smentisca coi “fatti” stavolta. Ma le dico con sincerità che non ci credo affatto. Credo invece che, come tutti i ministri che l’hanno preceduta, si riempirà la bocca un giorno di belle parole e mille promesse ma poi tutto resterà come prima, come sempre.

Un abbraccio alle famiglie delle vittime.

L’amore fa paura

quando rompe gli argini

e insinuandosi veloce nelle fessure aperte del cuore

ti travolge e ti trascina,

ti prende alla sprovvista,

ti lascia senza scampo in balia della corrente.

Come fa un fiume in piena che straripa.

(il mio pensiero va alle persone che hanno perso la vita a causa della violenza delle alluvioni di questi giorni, e a tutti coloro sconvolti da questa tragedia in vario modo.)