Come un fiume in piena

Stato

Oggi, 23 novembre 2011 apprendo della notizia di 4 morti nel messinese a causa della tremenda alluvione di ieri. Il mio pensiero incazzato va a la gente della mia terra che da anni chiede, nel disinteresse più totale delle istituzioni, solo quello che le spetta: di non vivere nel terrore ogni qual volta una goccia di pioggia inizia a bagnare il loro viso. Il Neo ministro all’Ambiente Clini già parla di “avviare subito un piano nazionale integrato per la difesa del suolo”. Signor Ministro, sono parole che i siciliani e gli italiani tutti sentono da anni e anni, ma a queste parole poche vere “azioni” sono seguite. Spero che lei mi smentisca coi “fatti” stavolta. Ma le dico con sincerità che non ci credo affatto. Credo invece che, come tutti i ministri che l’hanno preceduta, si riempirà la bocca un giorno di belle parole e mille promesse ma poi tutto resterà come prima, come sempre.

Un abbraccio alle famiglie delle vittime.

L’amore fa paura

quando rompe gli argini

e insinuandosi veloce nelle fessure aperte del cuore

ti travolge e ti trascina,

ti prende alla sprovvista,

ti lascia senza scampo in balia della corrente.

Come fa un fiume in piena che straripa.

(il mio pensiero va alle persone che hanno perso la vita a causa della violenza delle alluvioni di questi giorni, e a tutti coloro sconvolti da questa tragedia in vario modo.)

Annunci

»

  1. un fiume in piena come l’ amore che straripa bè tutte e due fanno danni mi associo al tuo pensiero per le popolazioni alluvionate ciao zè.p.s per quanto riguarda il finale del racconto io il mio lo sò sono curioso di sapere il tuo poi me lo dirai..

    • L’avevo letto da qualche parte… anche nella sua canzone la forza dell’acqua è accostata a quella dell’amore… mi sembrava adatta ad accompagnare questo mio pensiero.
      Poi ho visto questo video con le immagini di Genova e il cerchio si è chiuso.

    • Non so se ho fatto bene a inserire il riferimento ai tremendi fatti di questi giorni, ma era un’immagine che mi ronzava in testa e ho deciso così.
      Il concetto che voleva esprimere è proprio quello che hai espresso tu: due forze simili entrambe prorompenti e inarrestabili che ci sconvolgono l’esistenza ogni volta che si manifestano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...