Digressione

LUI

CI VEDE COSì:

NOI… SIAMO COSì:

Il tasso di disoccupazione a settembre si attesta all’8,3%, in aumento di 0,3 punti percentuali sia rispetto ad agosto che a settembre 2010: è il valore più alto da novembre 2010. Lo comunica l’Istat, aggiungendo che «il tasso di disoccupazione giovanile sale al 29,3%», record da gennaio 2004.

http://www.ilsole24ore.com/art/economia/2011-10-31/disoccupazione-italia-sale-settembre-100257.shtml?uuid=AayUCTHE

Schiaffi e spintoni per un posto in prima fila. Anche questo è successo al megastore Trony. E a fare la fila fin dalle prime ore della mattina proprio giovani e anche molti extracomunitari. Per questioni di sicurezza nello store è stato vietato l’accesso a bimbi e disabili. Una scala mobile si è rotta e una vetrina è stata infranta per l’enorme ressa di clienti. A garantire l’ordine pubblico anche i carabinieri.

Oltre due milioni e mezzo gli euro spesi, per una media a cliente di circa 270 euro. La stima per oggi delle persone arrivate nel punto vendita è di 25mila clienti. I prodotti subito esauriti sono stati i cellulari iPhone, e particolari modelli di televisori da 32 pollici, lavatrici e computer notebook (questi ultimi tre venduti sotto i cento euro), tutti in offerta sulla prima pagine del volantino distribuito oggi e nei giorni scorsi. Alle 16, il contatore dello store ha registrato circa 15mila persone, ma le casse chiuderanno solo intorno alle 21 e all’esterno ci sono ancora lunghe file. Tra gli acquirenti molti giovani stranieri, in particolare cinesi e indiani, che escono con molte buste piene di telefonini e portatili.

http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=167902&sez=HOME_ROMA

A settembre l’Indicatore dei consumi (Icc) evidenzia sul fronte cibo e bevande un calo in quantita’ del 2,2 per cento a livello tendenziale e dello 0,4 per cento rispetto ad agosto -osserva la Cia-. Vuol dire che gli italiani spendono sempre di meno per la tavola, modificando dieta e abitudini alimentari. […] il 34 per cento delle famiglie del Belpaese (7,4 milioni) ha dichiarato di optare per prodotti “low-cost” o di qualita’ inferiore, mentre il 30 per cento (6,6 milioni) ha ammesso di rivolgersi ormai quasi esclusivamente ai discount, ricercando tout-court sconti e promozioni commerciali.

http://www.conipiediperterra.com/la-crisi-investe-le-tavole-e-taglia-gli-acquisti-1104.html

Pollice verso, nello scorso mese di settembre del 2011, per i consumi in Italia. Questo stando all’indice ICC calcolato dalla Confcommercio che, pur essendo salito su base annua dell’1,1%, rispetto al mese precedente ha fatto registrare una contrazione dello 0,1%. In virtù di questi dati, secondo l’Ufficio Studi della Confcommercio in Italia la fase di ripresa dei consumi in Italia potrebbe essersi esaurita a fronte di buona parte dei capitoli di spesa che sono in calo, a partire dall’abbigliamento e calzature, e passando per quello dei servizi e beni ricreativi che a settembre del 2011 si è attestato in calo dopo ben sette mesi di crescita. A fare eccezione è il comparto dei prodotti di elettronica di consumo anche per effetto della dinamica discendente dei prezzi di vendita.

http://economia.bloglive.it/consumi-icc-confcommercio-in-calo-a-settembre-2011-9066.html

B. nel paese delle meraviglie

Annunci

»

  1. Chiari sintomi da crisi di delirio in atto..straparla. ha perso i contatti con la realtà, si muove all’impazzata, scoordinatamente, i muscoli facciali sono ormai una maschera atrofizzata in una smorfia che non ha nulla di umano..e soprattutto ha paura..
    Io sono comodamente seduta sulla riva.. non tarderà!

  2. La GdF non passa proprio… Quando ciò avviene, è ben attenta a guardare da un’altra parte. Diversamente i locali dovrebbe chiuderli, per i camerieri che lavorano al nero, per la mancata emissione delle fatture fiscali, per la contabilità falsa o inesistente, per l’occupazione abusiva di suolo pubblico con sedie e tavolini ben oltre i marciapiedi o, come avviene a Roma, fino a ridosso dei monumenti… E ci sarebbe anche molto da dire sulle condizioni igieniche e sulla conservazione degli alimenti…
    Ma non ti azzardare a vendere chincaglierie agli angoli della strada! In tal caso, sequestro della merce, multa, ed (eventualmente) l’arresto, sono assicurati. Specialmente se sei “negro” o cinese.

    P.S. L’assalto al megastore non è in contraddizione, ma speculare allo stato di crisi ed al generale abbrutimento in corso, coerentemente con un sistema di potere che ha fatto del consumismo l’unica ideologia dominante e indiscutibile.
    Personalmente sono un ‘minimalista’, ma capisco il ragazzone sub-proletario delle periferie che si scazzotta col vicino per accaparrarsi la PS-3 a 89 euro… o l’I-pad a 200 euro… o un portatile a 199 euro… Per magari rivenderselo a metà del prezzo intero.

    • Infatti quello che fanno notare gli articoli citati è che possiamo rinunciare al pane e ai beni di prima necessità, ma non al telefonino di ultima generazione.
      Stiamo davvero perdendo la capacità di dare il giusto valore alle cose.

  3. Lui il bicchiere lo vede sempre mezzo pieno. Lo avrà riempito a Genova?
    Quanto ai ristoranti pieni (reddito medio di un gestore € 17.000, non ha chiesto agli avventori la professione e la Guardia di Finanza passa dopo l’orario di chiusura.
    Ho il forte sospetto che Napolitano si sta muovendo perchè capisce che prima ancora di essere dimesso , mister B è un caso da art. 415 del Codice Civile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...