Digressione

 

 

 

 

 

 

 

La goccia scivola.

Lentamente.

La fiamma si spegne.

Lentamente.

La foglia cade dal ramo.

Lentamente.

La pelle abbandona il corpo.

Lentamente.

La mano lascia la stretta dell’altra.

Lentamente…

Inevitabilità del distacco.

Annunci

»

  1. Più che il distacco è il vuoto che resta da colmare per rincollare la goccia all’occhio, la foglia al ramo, il fuoco al legno e ritrovar la mano che stringevi prima.
    Occorre passione, per colmare i vuoti. Un amore, un sogno o un desiderio.
    .

  2. uno sfottò? assolutamente no, non mi permetterei mai.
    ultimamente i tuoi post oltre politica sono stati un pò velati di tristezza quindi mi ha fatto piacere quel tuo precisare positivo.
    Ci sei andato pesante? ma no, e poi…sapessi io che ho appena pubblicato…forse la tua poesia me ne ha fatta ricordare un’altra altrettanto commovente.
    Ciao
    un sorriso senza sfottò
    🙂

  3. Quando il destino decide per noi che è ora di abbandonare qualcosa o qualcuno, per quanto si tenti di allungare il momento del distacco, questo arriverà comunque. E’ inevitabile.

    Mi fa piace vedere che queste parole messe una dopo l’altra vi hanno toccato.
    Ho cercato di tradurre un concetto, un’idea. E forse ci sono riuscito a quanto pare.
    Mi dispiace se vi hanno rattristato o fatto rabbrividire.

    Vi assicuro però che era solo una riflessione nata da un pensiero buio, durato un attimo e subito andato via.
    Non è legato a niente di tragico (per fortuna), anche se forse ho forzato un pò il tono.

    🙂

    • quest’ultimo rigo del tuo commento fa piacere leggerlo. 🙂
      Mentre leggevo, pensavo se esiste un modo per rendere un distacco più lieve. Non mi riferisco solo al distacco definitivo della morte ma anche ai distacchi umani di relazioni di amicizia, di amore, di lavoro, ecc…
      Forse un distacco brusco è meno doloroso di quello lento?

      Inevitabilità del dolore.

      • Non credo esista un modo.
        Può variare il livello di sofferenza, che dipende la quanto era forte il legame, ma se il distacco è “sentito” si soffre ugualmente.

        Ps: L’ultimo rigo del tuo commento è uno sfottò? ahah
        Se si me lo merito tutto… ci sono andato un pò troppo pesante stavolta 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...