27 gennaio 1945

Standard
« La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.»  

Articolo 1 della legge n. 211 del 20 luglio 200o

Quello su cui sto riflettendo oggi, giornata della memoria, nasce anche da queste parole di Primo Levi “ognuno è ebreo di qualcuno”. Queste parole insieme ad altre che ho sentito pronunciare stamattina in tv da un rappresentate della comunità ebraica romana mi hanno fatto nascere un pensiero.

Più di 70 anni fa quelli che “fino a un attimo prima” erano stati il tuo amico, il tuo compagno di classe, la ragazza che ti fa voltare la testa incontrandola per strada, il tuo panettiere di fiducia, il postino della tua zona, la tua vicina di casa, d’un tratto diventarono “qualcos’altro”. In nome di un’idea, di un concetto, milioni e milioni di questi “uomini qualunque” vennero deportati, massacrati, sterminati, ridotti allo stato di non-persona da altrettanti “uomini qualunque”. Uomini avevano pianto, riso, amato come loro. Uomini che decisero di dare ascolto e obbedire a ciò che di più oscuro e violento abita nel nostro cuore. Questi scelsero il ruolo di carnefici, ad altri toccò quello di vittime, per mettere in scena la più terrificante delle tragedie a cui l’umanità ha preso parte.

Ricordare dunque, secondo il mio modesto parere serve a questo: a scongiurare la possibilità che la Storia si ripeta e che così come 70 anni fa altri “uomini qualunque” diventino vittime o carnefici di un nuovo delirio mondiale.

Io chiedo come può un uomo uccidere un suo fratello
eppure siamo a milioni in polvere qui nel vento, in polvere qui nel vento…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...